squadra pallavolo Piacenza, volley Piacenza, sport Piacenza

squadra pallavolo Piacenza, volley Piacenza, sport Piacenza




squadra pallavolo Piacenza, volley Piacenza, sport Piacenza, notizie pallavolo Piacenza, informazioni pallavolo Piacenza, volley maschile Piacenza


Storia


Fondata nel 1982 da un gruppo di amici ed affiliata alla FIPAV con la denominazione "Pallavolo Piacenza", ha svolto interrottamente da tale data la seguente attività sportiva conseguendo i seguenti risultati:


.  1982/1983: Partecipazione al campionato di 1° Divisione e di 2° Divisione, a tutti i campionati giovanili, gestione di un grosso centro di avviamento alla pallavolo con partecipazione alla fase nazionale mini volley e il conseguimento del 18° posto in assoluto.

.  1983/1984: Vincitore del campionato di 1° Divisione a punteggio pieno e conseguente promozione alla serie D Regionale, partecipazione a tutti i campionati giovanili e centro di avviamento alla pallavolo.

.  1984/1985: Partecipazione al campionato regionale di serie D e di 2° Divisione e a tutti i campionati giovanili. Partecipazione alla fase nazionale mini volley (25° posto).

.  1985/1989: Partecipazione al campionato regionale di serie D e dei campionati provinciali 2° Divisione e giovanile. Organizzazione tornei nazionali giovanili.

.  1989/1990: Promozione dalla serie D al campionato di C2 e dalla 1° Divisione al campionato di serie D. Campionati giovanili mini volley 90/91.

.  1990/1991: Promozione alla serie nazionale di C1. Organizzazione tornei nazionali giovanili e partecipazione ai campionati provinciali di categoria.

.  1991/1995: Partecipazione al campionato nazionale di serie C1 ed a quelli provinciali di 2° divisione con partecipazione a fasi regionali giovanili(Juniores, ragazzi ed allievi). Organizzazione torneo nazionale giovanile "A RUBBINO" con partecipazione di formazioni giovanili di serie "A".

.  1995/1996: Promozione dal campionato nazionale di serie C1 a quello nazionale di serie B2.

.  1997/1998: Promozione dal campionato nazionale di serie B2 a quello di serie B1.

.  1998/1999: Completa ristrutturazione del settore giovanile; 1°divisione= campione provinciale, partecipazione al Campionato Nazionale di serie B1.

.  1999/2000: Partecipazione ai Play - Off (B1) promozione per il salto di categoria in serie A2; Campionato under 14 con piazzamento 6° posto ai regionali. Realizzazione del progetto "La pallavolo va a Scuola".

.  2000/2001: per la prima volta Piacenza partecipa al Campionato Nazionale Maschile di serie A2. Campione italiano serie A beach volley 4 x 4.

.  2001/2002: strepitosa doppietta prima nel campionato di A2 promossa in A1, vincitrice della Coppa Italia di A2; nessuna sconfitta a Piacenza, allenatore Mauro Berruto capitano Michele De Giorgi.

.  2002/2003: guidata da Berruto con capitano De Giorgi per la prima volta partecipa al massimo campionato di A1 ottenendo uno storico 12° posto che significa salvezza.

.  2003/2004: si unisce alla pallavolo Milano, l'allenatore è Julio Velasco con lui arrivano giocatori del calibro di Bovolenta,Gardini, Grbic, Hernandez, Marshall, Zlatanov. Arriva seconda in campionato e perde in finale la Coppa Confederale (CEV); si garantisce l'accesso alla Champions League. 

.  2004/2005: torna ad essere una realtà totalmente piacentina, allenata da Ljubo Travica arrivano a Piacenza i Campioni Olimpici di Atene i Brasiliani Sergio e Anderson. Viene eliminata negli ottavi di finale di Champions League dal Tours di Serniotti che conquisterà la coppa. Vince la stagione regolare con due giornate di anticipo, viene eliminata in semifinale per tre partite a uno da Perugia, si garantisce l'accesso alla Top Team Cup.

.  2005/2006: L'allenatore è Francesco Dall'Olio. Cardona e Simeonov entrano nel club. Dopo aver eliminato i detentori della Sisley, perde la finale di Coppa Italia da Cuneo. Storico successo europeo a Palma de Maiorca conquista la Top Teams Cup battendo in finale i padroni di casa. Primo successo internazionale per una squadra piacentina a livello di club. Arriva quinto nella regular season: viene eliminata da Cuneo nei quarti dei play-off , si garantisce l'accesso alla Coppa Confederale (CEV).

.  2006/2007: Francesco Dall'Olio è confermato alla guida tecnica con gran parte dell'organico. Arriva alla final-four di Coppa Cev che si disputa in Siberia a Novy Urengoy, cede in finale ai padroni di casa. Diventa vice-campione d'Italia perdendo la finale dalla Sisley Treviso; si garantisce l'accesso alla Champions League 2007/08.

.  2007/2008: Angelo Lorenzetti è il nuovo tecnico biancorosso, rivoluzione nell’organico arrivano campioni del calibro di Meoni, Bjelica, Boninfante, Bravo, Granvorka e Rodriguez; lasciano Piacenza Grbic e Marshall. Diventa vice-campione d’Europa e vice-campione d’Italia. Nella final-four di Champions League che si disputa in Polonia a Lodz, vince la semifinale con Treviso e cede in finale al tie-break ai russi della Dinamo Kazan. Nella finale scudetto esce sconfitto per due partite ad una ad opera di Trento. Si garantisce l'accesso alla Champions League 2008/09.

.  2008/2009: Angelo Lorenzetti è confermato sulla panchina biancorossa, ci sono due ritorni importanti quello di Leonel Marshall e Christian Dunnes, a Piacenza arrivano: Durante,Falasca, Grassano, Insalata, Rak, Zingaro e da dicembre Pampel; partenze importanti con Bovolenta, Sergio e Simeonov.
Al quarto tentativo, il Copra Nordmeccanica Piacenza ce la fa: diventa CAMPIONE D’ITALIA .
La vittoria di questa memorabile Gara 5 al tie break sull'Itas Diatec Trentino pone fine all'inseguimento e Zlatanov e compagni possono finalmente mettere le mani sullo Scudetto. Il numero 64. Una vittoria che fa fioccare i primati e che scrive il nome di Piacenza nella storia del Play Off. Mai una formazione quinta classificata al termine della Regular Season aveva raggiunto la serie decisiva della stagione, mai una formazione quinta classificata aveva conquistato, di conseguenza, lo Scudetto. La bravura del Copra Nordmeccanica è anche in questo spirito rivoluzionario. Il tabellone dei Play Off ribaltato, turno dopo turno, facendo saltare il fattore campo. Prima con la migliore squadra del girone di ritorno la RPA-LuigiBacchi.it Perugia in tre gare; poi con la regina della Regular Season, la Lube Banca Marche Macerata in cinque gare; infine con i Campioni d'Europa in carica, l'Itas Diatec Trentino, in 5 gare. Si garantisce l'accesso alla Champions League 2009/10.

. 2009/2010: Angelo Lorenzetti mantiene per il terzo anno consecutivo la panchina biancorossa (record tra gli allenatori) , l’intelaiatura della squadra Campione d’Italia rimane inalterata, partono: Dunnes, Falasca, Insalata, Pampel e Zingaro arrivano a Piacenza: Urnaut, Oivanen, Sequeira, Piano e viene promosso in prima squadra Mazza.

. 2011/2012
Dopo un anno altalenante, la Copra Volley Piacenza riparte supportata da un grande nuovo sponsor quale Elior, leader nella ristorazione mondiale. Oltre ad Elior, Copra quest'anno si avvale di leadership prestigiose quali Vodafone ed E. Marinella Napoli.
Nuova, quasi per la totalità, anche la formazione che scenderà in campo per la stagione 2011/12: a dar risalto ai colori biancorossi campioni come Vladimir Nikolov, arrivato dalla Bre Banca Lannutti Cuneo e Samuele Pari, ex storico per ben 13 anni, della Sisley Treviso. Nuovi anche il palleggiatore Andrey Zhekov, che giunge da una stagione trascorsa all'Olympiacos ed al Galatasaray e il centrale Jiri Kral. La Copra Elior Piacenza dà risalto anche alle giovani e future promesse, schierando in campo giocatori di talento come il palleggiatore Ryan Ammerman, l'opposto Mory Sidibé e lo schiacciatore Federico Marretta. Riconfermati il capitano Hristo Zlatanov e gli altrettanto importanti Luca Tencati, Davide Marra, Maxwell Philip Holt e Jacopo Massari, tutti seguiti dalla guida tecnica di Angelo Lorenzetti, alla Copra Volley dal 2007, affiancato dal suo secondo Massimiliano Giaccardi al suo secondo anno in biancorosso.
Lorenzetti, a causa dei numerosi insuccessi, a metà stagione decide di lasciare la direzione della squadra sperando che la sua decisione possa innescare una rinascita nella squadra.
E’ Luca Monti, proveniente dalla panchina di Castellana Grotte, a sostituire Lorenzetti e a innescare la grande rimonta della Copra Elior; con il ritorno alla vittoria, Piacenza risale la classifica chiudendo la Regular Season sesta (su 14) e posizionandosi al secondo posto dei Play Off del girone C. Uscita dai Play Off per la Copra Elior si apre la possibilità di trovare un posto in Europa accedendo ai Play Off Challenge Cup 2011. Sconfitta nelle semifinali l’Acqua Paradiso Monza Brianza, la Copra Elior approda alla finale in casa della Sisley Belluno e con un netto 0-3 conquista un tagliando per la terza competizione della CEV: la Challenge Cup 2012/2013.

. 2012/2013
Stagione di rivoluzione per la Copra Elior Piacenza che, dopo il cambio di panchina avvenuto nel corso della stagione 2011/2012 con l’arrivo di Luca Monti, riparte con numerosi nuovi ingressi sia nella rosa che nello staff tecnico. Nonostante il difficile periodo economico mondiale, la Copra Elior Piacenza si avvale di atleti di grande importanza nazionale ed internazionale: arrivano Alessandro Fei (Sisley Belluno), Luciano De Decco (Acqua Paradiso Monza Brianza), Frantisek Ogurcak (Sisley Belluno), Antonio Corvetta (CMC Ravenna), Maurizio Latelli (Club Italia), Gabriele Maruotti (M. Roma Volley), Luca Vettori (Club Italia) e Futi Tavana che, insieme ai riconfermati Zlatanov, Papi, Tencati, Marra e Holt vanno a creare una delle squadre più competitive del 68° Campionato di Pallavolo Maschile di Serie A. Nuovo anche lo scout man: Matteo Carancini.
I biancorossi, sotto la guida di Luca Monti e del suo secondo Davide Delmati, dopo due stagioni di lontananza approdano nuovamente in Europa partecipando alla CEV Challenge Cup. Con Robertlandy Simon, cubano tesserato a metà novembre, e dopo 12 gare vinte con dei netti 3-0, la Copra Elior viene incoronata tra le mura amiche “regina della Challenge Cup 2013”. Luciano De Cecco viene premiato MVP della competizione.
Anche il 68° Campionato italiano si dimostra un successo per la Copra Elior: con 17 vittorie Piacenza si piazza sul terzo grandino della classifica (47 punti) al termine della Regular Season. Nei Play Off i biancorossi sconfiggono in due gare Perugia (quarti), in tre la Cucine Lube Banca Marche Macerata (semifinali) per ritrovarsi in finale ad affrontare la nemica di tante battaglie: la Diatec Trentino. Dopo 5 gare emozionanti e al cardio palma, dove Piacenza dà tutto sul campo, è però Trento ad essere premiata con il titolo di Campione d’Italia.

. 2013/2014
Sulla panchina di Monti e Delmati oltre ai riconfermati Marra, Papi, Fei, Simon, Zlatanov, Tencati, Vettori e De Cecco arrivano l’opposto francese Le Roux, i posti 4 Kaliberda e Husaj. Al palleggio giunge Partenio e in seconda linea Smerilli.
La Copra Elior si dimostra fin dall’inizio una spina nel fianco sia del Campionato italiano che della Champions League. Nella massima manifestazione europea la Copra Elior supera agevolmente la League Round e approda ai Play Off 12 dove dopo una sconfitta 3-0 in casa dell’altra italiana Macerata, Piacenza tra le mura amiche del PalaBanca innesca una memorabile ed esaltante rimonta che si concluderà con la vittoria del Golden Set e la conquista del lasciapassare per i Play Off 6. In questa fase però la Copra Elior incontra un’avversaria indistruttibile: lo Zenit Kazan. La superiorità degli avversari e alcuni problemi fisici compromettono la fase e Piacenza viene estromessa dalla Champions League per mano dei russi.
Il Campionato italiani regala grandi soddisfazioni: le 9 vittorie del girone di andata consegnano a Piacenza l’accesso alla Coppa Italia, competizione che la Copra Elior ha sempre avuto problemi ad affrontare. Ma questa volta è diverso: eliminata Vibo Valentia nei quarti di finale, Zlatanov e compagni si spostano al PalaDozza di Bologna per affrontare la Final Four. Piacenza prima vince le Semifinali contro Trento e poi, il 9 marzo 2014, sale sul podio alzando la Coppa Italia al termine del confronto con Perugia (3-0 per Piacenza) davanti a 6.000 tifosi della Copra Elior.
Il girone di ritorno vede la corazzata di Monti vincere 10 incontri consecutivi e alla chiusura della Regular Season Piacenza è sul secondo gradino della classifica.
Nei quarti dei Play Off la Copra Elior sconfigge Città di Castello ma nelle semifinali, alcuni problemi fisici e l’avversaria Perugia creano diverse difficoltà agli uomini di Monti.
La serie interminabile, durata 5 gare, vede alla fine esultare gli umbri della Sir Safety Perugia che volano in finale con Macerata.

. 2014/2015
Stagione di grandi cambiamenti quella del 2014/15. Monti cede la panchina ad Andrea Radici e al suo vice Marco Camperi. In biancorosso rimangono capitan Zlatanov, Le Roux, Marra, Papi e Tencati. In Copra Volley giungono i centrali Alletti, Kohut e Ostapenko, i posti 4 Ter Horst e Massari (rientro a Piacenza dopo il 2011/2012) il libero brasiliano Mario Jr. e il palleggiatore portoghese Tavares. Grande e apprezzato rientro in Italia, dopo numerose stagioni passate in Russia, del palleggiatore Vermiglio.
Prima dell’avvio del Campionato la Copra disputa la Supercoppa italiana a Brindisi contro Macerata: il match si conclude 3-2 a favore dei campioni d’Italia di Macerata.
Il girone di andata della SuperLega regala a Piacenza 6 vittorie (su 13 gare) e l’accesso alla Coppa Italia, manifestazione che però si conclude rapidamente ai quarti per opera di Trento.
In Champions League la Copra supera facilmente la League Round ma i Play Off 12 si dimostrano molto faticosi: l’avversaria Kazan (vincitrice della manifestazione) si dimostra largamente superiore; Piacenza viene esclusa dalla massima manifestazione europea nella prima fase dei Play Off.
Anche il girone di ritorno della Regular Season della SuperLega è alquanto tribolato: gli addii in biancorosso di Le Roux, Vermiglio e Page e l’arrivo dell’opposto cubano Poey e il ritorno a Piacenza del palleggiatore Meoni, uniti alle 7 sconfitte consecutive costringono la Copra a esonerare Radici. Camperi, fino ad ora secondo allenatore, veste i panni di primo allenatore ma l’obiettivo dei Play Off sfuma alla terzultima giornata del girone di ritorno della Regular Season.


|  Chi siamo  »  inizio pagina ^




Internet partner: Sigla.com
[www.sigla.com]