PIACENZA TRASCINA LA GI GROUP AL TIE BREAK MA NON BASTA: IL PASSAGGIO ALLE SEMIFINALI E' DI MONZA: Aprile 2018, NOTIZIE WIXO LPR VOLLEY





PIACENZA TRASCINA LA GI GROUP AL TIE BREAK MA NON BASTA: IL PASSAGGIO ALLE SEMIFINALI E' DI MONZA: Aprile 2018, NOTIZIE WIXO LPR VOLLEY


NOTIZIE WIXO LPR VOLLEY

elenco completo
07.04.2018 - PIACENZA TRASCINA LA GI GROUP AL TIE BREAK MA NON BASTA: IL PASSAGGIO ALLE SEMIFINALI E' DI MONZA

WIXO LPR PIACENZA – GI GROUP MONZA 2-3 (25-15, 19-25, 21-25, 25-20, 7-15)
 
WIXO LPR PIACENZA : Baranowicz 2, Marshall 17, Alletti 8, Fei 8, Parodi 4, Yosifov 3, Giuliani (L), Manià (L), Clevenot 1, Di Martino 8, Cottarelli 1, Kody 6, Hershko 0. N.E. All. Giuliani. 
GI GROUP MONZA: Shoji 1, Plotnytskyi 14, Beretta 7, Finger 8, Dzavoronok 11, Buti 4, Brunetti (L), Botto 1, Rizzo (L), Terpin 7, Hirsch 8, Walsh 1, Barone 4, Langlois 7. N.E. All. Falasca.
ARBITRI: Rapisarda, Puecher.
NOTE - durata set: 20', 25', 26', 21', 12'; tot: 104'.
 
WIXO LPR PIACENZA
Battuta
Ace 11
Errori 20
 
Ricezione
Positiva 32%
Perfetta 23%
 
Attacco 44%
 
Muri  10
 
GI GROUP MONZA
Battuta
Ace 12
Errori 28
 
Ricezione
Positiva 24%
Perfetta 15%
 
Attacco 52%
 
Muri  8
 
Piacenza – Il sogno di Piacenza di proseguire il cammino nei Play Off Challenge svanisce sul 21-25 della terza frazione.
Gli uomini di coach Giuliani trascinano Monza al tie break, ma non basta. Fei e compagni dovevano mettere in campo una sorta di impresa: vincere il confronto con Monza 3-0 o 3-1 per poi giocarsi il tutto per tutto nell’incognita Golden Set. Al PalaBanca invece va in scena tutto un altro film. L’ottima partenza dei padroni di casa (25-15) deve lasciare spazio a delle lacune che agevolano Monza nel raggiungimento dell’obiettivo: il passaggio alle Semifinali Play off Challenge con l’ultima palla del terzo set. Dopodiché Piacenza si rifà le ossa con la diagonale Cottarelli-Kody e Di Martino al centro: gli ace del centrale mandano in confusione Monza nella quarta frazione dominata dai padroni di casa fino al 25-20. Tie break diretto, fin da principio, dai lombardi che viaggiano sul velluto fino al 7-15.
L’ace di Beretta (6-7) smuove il punto a punto iniziale, Piacenza fatica a recuperare ma il turno in battuta di Fei (ace 10-9 e 11-9) ribalta l’andamento del parziale. E’ poi Baranowicz sui 9 metri, a dettare legge: il suo turno in battuta dal 19-13 al 23-13, regala a Piacenza due ace importanti. Monza cala e Marshall (67% in attacco) chiude per il 25-15. Nella seconda frazione Monza parte subito forte con Finger pronto a doppiare i padroni di casa sul 5-10. I due ace di Alletti (9-12 e 10-12) sembrano rianimare Piacenza che riesce ad avvicinarsi agli ospiti fino all’11-13. Beretta, Finger e Buti (ace 16-23) cambiano marcia, Yosifov e l’ingresso momentaneo di Clévenot (18-23) limitano i danni, Monza fa suo il secondo set sul 19-25. 
L’equilibrio della terza frazione si smorza sull’13-14: Plotnytsky (ace (13-15) apre le danze a Finger (15-18) e Dzavoronok (17-20). Marshall (19-21) tenta di tenere unita la Wixo LPR che però commette troppi errori sui 9 metri e deve dire addio alle Semifinali Play Off Challenge sul 21-25 dell’ace di Beretta.
Nella quarta frazione Piacenza lascia spazio alla diagonale Cottarelli-Kody e a Di Martino al centro. I turni in battuta di Cottarelli e Di Martino fanno correre la Wixo LPR sul 16-9, Monza cerca la rimonta con Langlois (ace 21-14) e Barone (22-18), Kody firma il 25-20 che porta la Gi Group al tie break.
Tie break senza storia: Hirsch in battuta firma il 2-4, quello di Langlois il 4-8. Terpin comanda il finale firmando il 7-15.
 
LA GARA
Coach Giuliani per la gara di ritorno dei Quarti Play Off Challenge schiera in campo Baranowicz in regia, Fei opposto, Marshall e Clévenot in posto 4, Alletti e Yosifov al centro, Manià libero.
Coach Falasca risponde con Shoji in regia, Finger opposto, Dzavoronok e Plotnytsky schiacciatori, Beretta e Buti al centro, Rizzo libero.
Avvio a braccetto (6-6) poi Beretta sui 9 metri cambia marcia (ace 6-7) supportato anche da Finger per il +2 (6-8). La diagonale di Parodi vale il 9 pari, la battuta di Fei è d’aiuto: i suoi due ace consecutivi (10-9, 11-9) consegnano alla Wixo LPR il vantaggio e costringono coach Falasca a fermare il gioco. Plotnytsky recupera il 12-11, Yosifov difende il +2 (13-11) Plotnytsky però torna a fare la voce grossa per il 13-13. Marshall mura per il +2 (15-13) quindi la battuta ficcante di Baranowicz permette a Fei di mettere a terra il 16-13: il break di 3-0 (17-13) determina il nuovo time out della panchina di Monza. Gli ace di Baranowicz (19-13 e 22-13) costringono coach Falasca a mandare in campo le seconde linee (spazio a Hirsch, Botto e Terpin) con Monza che riesce a tornare a punto solo sul 23-14 di Beretta. Monza cala ed è Marshall a chiudere il set sul 25-15.
Monza parte forte nella seconda frazione: il muro di Finger su Parodi segna il 3-4 ed il successivo 2-5 vale il primo time out Piacenza. Fei tenta la rimonta (4-7), Finger (5-10) e Dzavoronok (7-12) spingono per lasciarsi alle spalle Piacenza. I due ace consecutivi di Alletti (9-12 e 10-12) supportano la causa Wixo LPR, Beretta dall’altra parte della rete cambia marcia (11-14) e Finger incrementa il vantaggio lombardo (12-17). Alletti torna sul palcoscenico per il 14-17, Marshall mura per il -4 (15-19), Dzavoronok e Plotnytsky mettono i puntini sulle “i” per il 15-21. Finger si avvicina alla chiusura (16-22), Buti piazza a terra l’ace del 16-23 e coach Giuliani manda in campo Clévenot al posto di Parodi con il francese a segno per il 18-23. Sulla battuta out di Shoij (19-24) Parodi rientra in campo ma la sua battuta finisce out e regala a Monza il 19-25.
Terzo set equilibrato (7-7), Fei (8-7) e l’errore in attacco di Dzavoronok regalano il +2 a Piacenza (9-7). Il pallonetto di Shoji  (9-8) ed il muro di Plotnytsky su Fei (9-9) riportano il parziale in perfetto equilibrio, Piacenza però con la battuta sbagliata di Buti ed il fallo di seconda linea di Monza corre nuovamente sul +2 (12-10). Marshall firma il 13-11, Beretta a muro annulla per il 13 pari, Plotnytsky piazza a terra l’ace del 13-15 e coach Giuliani ferma il gioco. Marshall sale in cattedra per il 14-15 e per il 15-17, Monza difende il vantaggio con Buti vincete per il 16-19. Dzavoronok (17-20) e Marshall (19-21) si contendono la scena ma i numerosi errori in battuta di Piacenza consegnano a Monza il 19-22: coach Giuliani richiama in panchina i suoi. L’errore in battuta di Plotnytsky (20-23) e quello in attacco di Monza (21-23) portano ossigeno in casa Piacenza che deve però subire il 21-24 e l’ace di Beretta del 21-25.
Nel quarto set coach Giuliani lascia libero campo a Cottarelli in regia, Kody opposto e Di Martino al centro. La Wixo LPR inizia con il piede giusto: il muro di Marshall vale il 6-4, quello di Di Martino il +4 (9-5). L’ace di Cottarelli (10-5) lascia spazio ai punti di Kody (11-7) e al muro di Di Martino (12-7). Beretta recupera per il 12-9 ma i tre ace consecutivi di Di Martino (14-9, 15-9 e 16-9) accompagnano la Gi Group in panchina. L’invasione di Walsh segna il +8 (18-10), Marshall mura per il 20-11, Walsh (21-12) e Langlois (ace 21-14) cercano la rimonta. Walsh (21-16), Hirsch (22-17) e Barone (ace 22-18) recuperano terreno, Di  Martino firma il 24-19, Kody piazza a terra il 25-10.
Tie break veloce: Langlois conduce 2-3 e passa la palla a Hirsch per l’ace del 2-4. Sul 2-6 coach Giuliani mette in pausa il gioco: al rientro Kody e Di Martino (ace 4-6) cercano di recuperare terreno ma i tre ace di Langlois (4-8, 4-9 e 4-10) bloccano i padroni di casa. Terpin allunga (6-13), Kody rimanda (7-14), Terpin riconquista la scena per il 7-15.
 
Alessandro Fei (Wixo LPR Piacenza): “Abbiamo iniziato bene poi purtroppo abbiamo sbagliato nel terzo set, quello decisivo. Monza ha sicuramente  giocato meglio, soprattutto in alcune situazioni ha avuto più lucidità. Il passaggio della Gi Group Monza alle Semifinali è indubbiamente meritato”.
 
Iacopo Botto (Gi Group Monza): “Il risultato della gara di andata ci ha sicuramente agevolato. Abbiamo affrontato la trasferta a Piacenza con la mente abbastanza libera per raggiungere l’obiettivo del passaggio alle Semifinali. Ora pensiamo alla prossima gara”.
 
E.U.




elenco completo



Internet partner: Sigla.com
[www.sigla.com]